Bigportal

Il portale domestico

Accedi Registrati

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
»Coronavirus: rientro degli italiani, no a quarantena automatica  »Toti: "Cetrone? Non so chi sia". Ma ci sono le foto dei due abbracciati per un selfie  »Uova a rischio contaminazione di salmonella, ritirati altri lotti  »Influenza: complicanza rara, muore bimba 10 anni a Treviso  »Migranti, quarto soccorso di Open Arms. Orfini e Palazzotto: "Revocare subito Memorandum Italia-Libia"  »Crac Divina Provvidenza: condannati l'ex senatore Azzollini (Forza Italia) e suor Assunta Pezzullo  »Coronavirus: falso allarme per il caso a Napoli  »Il sogno degli hotel di lusso torna in Italia. Capofila Venezia  »Migranti, tutte le fake news di Matteo Salvini sul sequestro di persona. Ecco perché non può denunciare Conte e Lamorgese  »Taranto, blogger 19enne stroncata da un tumore. Il congedo ai follower di Benny: "Io mi perdono"  »Anzola dell'Emilia, nel Giorno della Memoria distrutte le targhe di due antifascisti  »Estorsione con metodo mafioso a imprenditori, arrestata ex consigliera regionale Gina Cetrone  »Salvini al citofono, inchiesta su un maresciallo dei carabinieri  »Giorgia Meloni ai pm: "Io vittima di stalking ho avuto paura per la mia bambina"  »Coronavirus, in Cina 132 morti. British Airways sospende voli, domani il primo rientro degli italiani  »Solidarietà a Segre e Repubblica Lettera di minacce al direttore  »Allerta smog, nuove misure antitraffico in 17 città in Piemonte, Lombardia e Veneto  »Taranto, insulti sessisti all'arbitra 16enne. Interviene il ministro: "Una vergogna"  »Prosciutto San Daniele, le nuove regole: meno sale e tempi di stagionatura più lunghi  »Prato, nove religiosi indagati per abusi su minori  

Il reato di omicidio stradale sarà legge?

Il reato di omicidio stradale sarà legge?Dopo un sofferto e prolungato iter, sembra proprio che entro la fine dell'anno sarà approvata la legge, oggi passata al Senato dopo l'esame ed approvazione alla Camera dei Deputati, che "dovrebbe" veder condannati al carcere gli assassini della strada. A ben vedere, poche sembrano le vere innovazioni, salvo l'inasprimento delle pene che, come avviene solamente in Italia, sono sempre una questione soggettiva.

Osservando l'attuale previsione dell'art. 589 del Codice Penale, si legge che "Chiunque cagiona per colpa (per colpa si intende imperizia, negligenza, imprudenza o inosservanza di leggi e regolamenti -n.d.s.-) la morte di una persona è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni.

Qualora il fatto venga commesso con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale la pena è della reclusione da due a sette anni e si applica la pena della reclusione da tre a dieci anni se il fatto è commesso con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale da soggetti ubriachi o sotto l'effetto di droghe.

Nel caso di morte di più persone si applica la pena che dovrebbe infliggersi per la più grave delle violazioni commesse aumentata fino al triplo, ma la pena non può superare gli anni quindici.

Quindi la principale innovazione consiste nell'introduzione dei due nuovi reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali che, in particolare, prevedono:

La pena della reclusione va da 5 a 12 anni per chi si mette alla guida in stato di ebbrezza o dopo aver assunto stupefacenti e causa la morte di qualcuno.

Se l’investitore si dimostra lucido e sobrio, ma la sua velocità di guida è doppia rispetto al consentito (permangono in questi casi dubbi sulle modalità di accertamento), la pena va da 4 a 8 anni.

In caso di omicidio multiplo, la pena può essere triplicata ma non superiore a 18 anni e con la reclusione da 6 mesi a 2 anni per chi guida non sobrio o non lucido e procura lesioni permanenti (tanti dubbi permangono anche qui per la mitezza della pena prevista: pensate a chi resta paralizzato per tutta la vita per colpa di un criminale che neanche in carcere andrà!), ed a nulla vale la previsione della pena aumenta da un terzo alla metà per le lesioni gravissime.

Un punto a parte merita la questione che fu sollevata dal premier Renzi circa l'ipotesi di “ergastolo della patente”. Pare infatti che sia al lavoro (che parola impegnativa per il senato!) un’altra commissione e, comunque, rimarrebbe la scappatoia della ripetizione dell'esame di guida. Tuttavia, secondo la futura previsione, essa potrà essere nuovamente conseguita trascorsi almeno 15 anni dall'omicidio (5 in caso di lesioni).

La morale? Sembrano aver cambiato tutto ma in realtà non cambierà nulla, perchè il nostro sistema giudiziario lascia troppo margine di decisione ai giudici tra il minimo ed il massimo della pena da infliggere. 

Era invece necessario prevedere, per ogni fattispecie, l'impossibilità di applicazione di attenuanti di alcun genere e che il periodo di "carcerazione non deve essere inferiore a..."

Vedremo come andrà a finire!

 

Suggerisci questo link tramite QR-Code
Qr Code
Informazioni sull'autore
Bigportal
Author: Bigportal
The boss

Aggiungi commento

L'inserimento dei commenti è consentito a tutti. L'unica raccomandazione è quella di avere rispetto per gli altri e di mantenere un linguaggio educato. Grazie.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Su Bigportal.it vengono utilizzati solo cookies tecnici, indispensabili per il funzionamento del sito, che non necessitano del consenso dei navigatori. Tuttavia utilizziamo anche cookies di terze parti per i banner pubblicitari che invece necessitano di consenso, anche in modo implicito. Tale consenso si manifesta proseguendo nella navigazione, consenso che si può riconsiderare in qualsiasi momento cambiando le impostazioni del proprio browser. Consulta la nostra privacy policy.

  Ho capito e premendo il pulsante accetto.
Informativa sui cookie