Bigportal

Il portale domestico

Accedi Registrati

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
»Manifesti razzisti in Canton Ticino: gli italiani come topi nel formaggio (svizzero)  »"Espulso dall'Egitto perchè ho denunciato la persecuzione dei gay": il caso arriva in Parlamento  »Rifiuti, indagini della Procura di Napoli: verifiche sulla presenza dei clan  »Giallo di Davide Cervia. Il ministero della Difesa "riconosce gli errori dello Stato"  »Morte Desirée Mariottini, Riesame annulla l'accusa di omicidio per due arrestati  »Bari, flash mob dei giornalisti in difesa dalla libertà di stampa: "Giù le mani dall'informazione"  »Palermo, al processo firme false parla la deputata M5S: “Eravamo sprovveduti, abbiamo ricopiato i moduli”  »Polemiche al concorso del conservatorio di Padova: vince la figlia del direttore  »Metalli pericolosi nei cosmetici cinesi, sequestrati un milione di fard e ombretti in tutta Italia  »Varese, eroina gialla a pochi euro: oltre 500 i giovani in cura  »Trasporti, sindaci e pendolari insieme contro la Regione: "Non un treno di meno"  »"Basta circhi con animali in Italia, ora il governo deve intervenire"  »La farsa della Sar libica  »"Il bimbo avrà due mamme": la sentenza del Tribunale boccia il rifiuto di Bucci  »Più di un milione i bambini che vivono in povertà  »"Il bimbo avrà due mamme". La sentenza del Tribunale boccia il rifiuto del sindaco Bucci  »Il correntista ha l'Alzheimer, direttrice delle poste accusata di averlo convinto a nominarla erede  »Strage di Viareggio, inizia il processo d'appello a Firenze  »Minacce alla ex e al suo compagno: scattano le manette per lo stalker  »Lite alla partita del figlio, Daspo di tre anni al papà  

Sicurezza Rete e Password

Sicurezza rete e passwordChe cosa è la sicurezza di rete? Si potrebbe pensare di conoscere le risposte ad una domanda basilare come questa... Eppure, per chi gestisce un sito web, per chi vi accede come utente, per chi utilizza la posta elettronica per comunicazioni riservate, o aziendali o comunque destinate a rimanere segrete, è sempre una buona idea chiedere e informarsi su quale sia il miglior sistema in circolazione per ovviare al pericolo di intrusione.

Prendiamo l'esempio di una azienda che tratta informaticamente dati destinati a rimanere segreti. Spesso le piccole e medie imprese (PMI) non hanno le risorse sufficienti, come quelle di grandi aziende, da destinare alla sicurezza della loro rete. E ciò li espone al rischio di vedersi violati i sistemi, sia da concorrenti sleali ma anche da semplici attacchi messi in atto da squilibrati hackers. La conseguenza è che la sicurezza della rete potrebbe non essere sufficiente per proteggere l'azienda dalle sempre più sofisticate minacce di Internet.

Che cosa è la sicurezza della rete? Come proteggervi? Come funziona la sicurezza di rete? Quali sono i vantaggi aziendali della sicurezza di rete?

La sicurezza di rete quindi si riferisce a tutte le attività intese a proteggere la vostra rete. In particolare, queste attività proteggono l'usabilità, l'affidabilità, l'integrità e la sicurezza della rete e dei dati dagli attacchi esterni tendenti a carpirne segreti, funzionamenti, password e quant'altro di riservato possa contenere.
Una sicurezza di rete efficace si rivolge a una vasta gamma di minacce e impedisce loro di entrare o diffondersi in rete.

Dopo aver chiesto cosa è la sicurezza di rete, si dovrebbe anche chiedere: "quali sono le minacce per la mia rete?"

Molte minacce alla sicurezza della rete oggi provengono da Internet. I più comuni sono:

Virus, worm e cavalli di Troia;
Spyware e adware;
attacchi zero-day, anche cosiddetti attacchi zero-hour;
attacchi di hacker;
Attacchi denial of service;
intercettazione dei dati e il furto;
Furto d'identità.

La cosa necessaria da comprendere è per una buona sicurezza di rete non esiste una singola soluzione che possa proteggere da una varietà di minacce. Sono necessari più livelli di sicurezza, sia alternativi sia complementari. Se un sistema viene violato o bypassato o non riesce ad impedire la minaccia (spesso per mancanza di adeguati e frequenti aggiornamenti), gli altri rimangono attivi.

Un sistema di sicurezza di rete di solito consiste di molti componenti. Idealmente, tutti i componenti lavorano insieme, che riduce al minimo la manutenzione e migliora la sicurezza. E quindi la sicurezza di rete si realizza attraverso hardware e software, dove quest'ultimo deve essere costantemente aggiornato e gestito per proteggere l'utente dalle minacce emergenti.

Una campagna promossa da Anas e Polizia di Stato

I principali componenti per la sicurezza di rete spesso includono:

Anti-virus e anti-spyware;
Firewall, per bloccare l'accesso non autorizzato alla rete;
sistemi di prevenzione delle intrusioni (IPS), per identificare le minacce in rapida diffusione, come zero-day o zero-hour attacchi;
Virtual Private Network (VPN), per fornire accesso remoto sicuro.

I vantaggi aziendali della sicurezza della propria rete sono evidenti. L'azienda attenta e capace di destinare risorse economiche adeguate, avrà notevoli vantaggi di business. Sarà protetta da interruzioni che agevolerà nel mantenere i dipendenti produttivi, proteggerà i dati dei clienti, ridurrà il rischio di furto di informazioni riservate (si pensi ad un sito web di vendita di prodotti online che consente il pagamento con moneta elettronica).

In ultima analisi, la sicurezza di rete aiuta a proteggere la reputazione di un business, che è uno dei suoi beni più importanti.

Altro aspetto da considerare è l'accesso al sistema informatico di una azienda da parte di dipendenti, specie se in zone riservate e critiche della rete, ovvero la password di accesso.

Qual è il livello di sicurezza della tua password?

Il primo passo per proteggersi da furti di identità è la creazione di una password sicura, ovvero una password che non possa essere scoperta da un programma o una persona in un breve lasso di tempo. Per aiutarsi a scegliere una password sicura esistono funzioni che mostrano visivamente il livello di sicurezza della propriaa password nel momento stesso in cui viene creata.

I suggerimenti per creare una password sicura sono:

Includere segni di interpunzione e/o numeri.
Mescolare caratteri maiuscoli e minuscoli.
Includere caratteri dall'apparenza simile in sostituzione di altri caratteri (ad esempio il numero zero per la lettera "O" o il carattere "$" per la lettera "S").
Creare un acronimo univoco.
Includere sostituzioni fonetiche o grafiche, ad esempio "6 arrivato" per "Sei arrivato" o "Arrivo + tardi" per "Arrivo più tardi".

Da evitare:

Non utilizzare le stesse password per più account importanti;
Non usare una password già utilizzata in un esempio di come si sceglie una buona password;
Non utilizzare una password contenente dati personali (nome, data di nascita, ecc.);
Non usare parole o acronimi che si possono trovare nel dizionario;
Non usare sequenze di tasti sulla tastiera (asdf) o sequenze di numeri (1234);
Non creare una password di soli numeri, di sole lettere maiuscole o di sole lettere minuscole;
Non usare ripetizioni di caratteri (aa11).

In ultimo, qualche suggerimento per tenere al sicuro la password:

Non comunicare a nessuno la propria password (inclusi partner, compagni di appartamento, colleghi, ecc.);
Non scrivere mai la propria password su carta;
Non inviare mai la propria password per email;
Verificare periodicamente la password corrente e cambiarla con una nuova.

Suggerisci questo link tramite QR-Code

Qr Code

Informazioni sull'autore
Bigportal
Author: Bigportal
The boss

Aggiungi commento

L'inserimento dei commenti è consentito a tutti. L'unica raccomandazione è quella di avere rispetto per gli altri e di mantenere un linguaggio educato. Grazie.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Su Bigportal.it vengono utilizzati solo cookies tecnici, indispensabili per il funzionamento del sito, che non necessitano del consenso dei navigatori. Tuttavia utilizziamo anche cookies di terze parti per i banner pubblicitari che invece necessitano di consenso, anche in modo implicito. Tale consenso si manifesta proseguendo nella navigazione, consenso che si può riconsiderare in qualsiasi momento cambiando le impostazioni del proprio browser. Consulta la nostra privacy policy.

  Ho capito e premendo il pulsante accetto.
Informativa sui cookie