Bigportal

Il portale domestico

Accedi Registrati

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
»Coronavirus: rientro degli italiani, no a quarantena automatica  »Toti: "Cetrone? Non so chi sia". Ma ci sono le foto dei due abbracciati per un selfie  »Uova a rischio contaminazione di salmonella, ritirati altri lotti  »Influenza: complicanza rara, muore bimba 10 anni a Treviso  »Migranti, quarto soccorso di Open Arms. Orfini e Palazzotto: "Revocare subito Memorandum Italia-Libia"  »Crac Divina Provvidenza: condannati l'ex senatore Azzollini (Forza Italia) e suor Assunta Pezzullo  »Coronavirus: falso allarme per il caso a Napoli  »Il sogno degli hotel di lusso torna in Italia. Capofila Venezia  »Migranti, tutte le fake news di Matteo Salvini sul sequestro di persona. Ecco perché non può denunciare Conte e Lamorgese  »Taranto, blogger 19enne stroncata da un tumore. Il congedo ai follower di Benny: "Io mi perdono"  »Anzola dell'Emilia, nel Giorno della Memoria distrutte le targhe di due antifascisti  »Estorsione con metodo mafioso a imprenditori, arrestata ex consigliera regionale Gina Cetrone  »Salvini al citofono, inchiesta su un maresciallo dei carabinieri  »Giorgia Meloni ai pm: "Io vittima di stalking ho avuto paura per la mia bambina"  »Coronavirus, in Cina 132 morti. British Airways sospende voli, domani il primo rientro degli italiani  »Solidarietà a Segre e Repubblica Lettera di minacce al direttore  »Allerta smog, nuove misure antitraffico in 17 città in Piemonte, Lombardia e Veneto  »Taranto, insulti sessisti all'arbitra 16enne. Interviene il ministro: "Una vergogna"  »Prosciutto San Daniele, le nuove regole: meno sale e tempi di stagionatura più lunghi  »Prato, nove religiosi indagati per abusi su minori  

Succhiotto assassino

Lo sanno tutti che l’amore puo’ far male. C’e’ addirittura il rischio di rimanere paralizzati per una coccola un po’ troppo appassionata. E’ il caso di una donna della Nuova Zelanda colpita da un piccolo ictus dopo un incontro romantico andato male.

Secondo quanto riportato dalla rivista New Zealand Medical Journal, e’ il primo caso di questo genere. La donna, 44 anni, e’ rimasta parzialmente paralizzata dopo aver subito un ictus, causato da un succhiotto sul collo che il partner le ha dato in un momento di passione. La vittima e’ stata ricoverata subito in un ospedale di Auckland dopo aver capito di aver perso la capacita’ di muovere il braccio sinistro. All’inizio i medici non capivano il perche’ fosse sorto l’ictus. Poi hanno notato un piccolo livido sul lato destro del collo, dovuto appunto a un succhiotto. Sotto il livido i medici hanno infatti trovato la causa dell’ictus: un piccolo grumo di sangue che si e’ formato a seguito di quel ‘morso’ d’amore. Il coagulo ha poi raggiunto il cuore della donna provocando un ictus. La donna non si e’ accorta di nulla, tant’e’ che e’ rimasta seduta a guardare la televisione. “Per quello che so e’ la prima volta che qualcuno viene ricoverato in ospedale per un succhiotto”, ha detto Teddy Wu, il medico che ha curato la donna presso il Middlemore Hospital di Auckland. “A causa del trauma fisico della suzione – ha spiegato - c’era un bel livido all’interno dell’arteria. Il coagulo e’ andato nel cuore della donna e ha provocato un piccolo ictus che ha portato alla perdita del movimento.

Abbiamo guardato la letteratura scientifica e esempi di succhiotto che hanno causato una cosa del genere non erano mai stati descritti prima”. La donna e’ stata trattata con una anticoagulante che ha eliminato il coagulo quasi del tutto entro una settimana.

Fonte agi.it

Informazioni sull'autore
Bigportal
Author: Bigportal
The boss

Aggiungi commento

L'inserimento dei commenti è consentito a tutti. L'unica raccomandazione è quella di avere rispetto per gli altri e di mantenere un linguaggio educato. Grazie.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Su Bigportal.it vengono utilizzati solo cookies tecnici, indispensabili per il funzionamento del sito, che non necessitano del consenso dei navigatori. Tuttavia utilizziamo anche cookies di terze parti per i banner pubblicitari che invece necessitano di consenso, anche in modo implicito. Tale consenso si manifesta proseguendo nella navigazione, consenso che si può riconsiderare in qualsiasi momento cambiando le impostazioni del proprio browser. Consulta la nostra privacy policy.

  Ho capito e premendo il pulsante accetto.
Informativa sui cookie