Ti trovi qui: Home -> Emirati Arabi Uniti e piogge torrenziali artificiali

Emirati Arabi Uniti e piogge torrenziali artificiali

  •  
  • 2 min read
Emirati Arabi Piogge artificiali
5
(1)

Un fenomeno senza precedenti negli Emirati Arabi Uniti.

Una intensa pioggia torrenziale potrebbe essere osservata anche dai turisti e non solo dalla gente del posto. Sulla penisola più grande del mondo, con un clima tropicale-sabbioso, piove molto poco. Qui si osservano leggere precipitazioni solo in inverno, quando la temperatura media è leggermente superiore ai 20 gradi.

Al giorno d’oggi, i paesi arabi tradizionalmente “godono” del caldo, circa 50 gradi Celsius. La metamorfosi con precipitazioni tuttavia non è uno scherzo della natura e non è il risultato di cambiamenti climatici.

Si tratta di alta tecnologia sperimentata da sceicchi intraprendenti. Nonostante il clima non sia favorevole al giardinaggio, gli Emirati Arabi Uniti sono da tempo determinati a far fiorire il deserto. Ed infatti qui è allestito il più grande giardino fiorito del mondo.

Tornando all’acquazzone esotico, viene artificialmente causato da droni speciali, che agiscono con cariche elettriche sulle “nuvole seminate”. Questo programma è stato sviluppato in collaborazione con scienziati del Regno Unito ed in questa fase è in corso il previsto “run-in” del progetto.

I test preliminari di un metodo ecologico, senza l’uso di prodotti chimici, hanno avuto un tale successo che i residenti saranno avvertiti per tempo su possibili piogge, sin dalla settimana precedente.

Ma come funziona il cloud seeding?

Dal sito di tgcom24, precisamente a questo indirizzo, leggiamo questo interessante articolo di Mila Cataldo dal quale citiamo testualmente:

Per creare la pioggia artificiale di fatto si stimolano fenomeni temporaleschi lanciando nelle nuvole cristalli di sale, mescolati a magnesio, cloruro di sodio e cloruro di potassio. Per farlo si utilizzano aeroplani dotati di attrezzature speciali che possono solo intervenire nel caso di nubi cumuliformi. Queste sostanze sparate nelle nuvole fungono da nuclei di condensazione e scatenano così le precipitazioni. Per individuare le formazioni nuvolose adatte l’atmosfera viene monitorata da sofisticati sistemi radar.”

Ora i commercianti e i produttori locali hanno una sfida commerciale: stabilire urgentemente la produzione di scarpe e ombrelli di gomma.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca su una stella per valutarla!

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Vota per primo questo post.

(Visited 1 times, 1 visits today)
Spread the love :-)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.